Giochi per bambini e ragazzi

Giochi e giocattoli sono oggetti usati (maggiormente) dai bambini durante l’attività del gioco. La funzione che svolgono è importante non sono nell’apprendimento di abilità e conoscenze a loro necessarie durante lo sviluppo verso l’età adulta, ma i giocattoli danno ai bambini fiducia nelle loro possibilità. Grazie al gioco un bambino riesce a prendere coscienza della realtà che lo circonda, sviluppando inoltre la capacità di modificarla “provvisoriamente” a suo piacimento.

L’importanza dell’attività ludica infantile è stata resa nota fin dalle antichità: la storia della produzione dei giochi va di pari passo con lo sviluppo della società umana, i primi giocattoli erano costruiti utilizzando oggetti in pietra, legno oppure argilla. Ricordiamo ad esempio tra i vari reperti archeologici ritrovati rappresentazioni di persone, bambole e soldatini, animali o strumenti usati dagli adulti miniaturizzati. I giocattoli  hanno da sempre aiutato a favorire lo sviluppo delle funzioni simboliche, arricchendo l’immaginazione e stimolando la creatività, sia che si tratti di oggetti che simulano le azioni di vita quotidiana, sia i più complessi giochi per bambini e ragazzi.

Con l’impressionante sviluppo derivato dalle rivoluzioni industriali che si sono susseguite nei secoli, la produzione dei giocattoli ha avuto un cambiamento notevole: si pensi solo all’uso di tecnologie sofisticate usate per la produzione, oppure alla nascita di nuove regolamentazioni a livello mondiale, specifiche ed orientate alla sicurezza dei bambini, fino ad arrivare alla registrazione di veri e propri copyright.

Perché scegliere i giochi per bambini e ragazzi?

Soffermandoci su una categoria precisa di giochi per bambini, più specificatamente ai giochi per bambini e ragazzi, possiamo innanzitutto distinguere le tipologie di giocattoli più apprezzate dividendole per fasce di età.  A partire dal primo anno di vita di un bambino fino ai tre anni, il gioco ha un ruolo fondamentale nel loro sviluppo: dà la possibilità a quest’ultimo di sperimentare la qualità e l’uso degli oggetti che lo circondano. I giocattoli preferiti dai bambini durante i loro primi anni di vita includono quelli con suoni ben distinguibili, colori accesi e che riescano a coinvolgere i 5 sensi.

Negli anni subito seguenti, dai 4 ai 6, un bambino inizia a sviluppare la sua fantasia e qui arrivano i racconti, le fiabe, le favole. Non solo ama sentirle raccontare, ma spesso si immerge a tal punto da inventarne delle proprie: il gioco del “far finta” quindi comincia a fare il suo ingresso nella sfera ludica dei bambini di questa età. Solo dopo aver frequentato i primi anni di scuola primaria, ci aggiriamo quindi intorno agli otto/dieci anni, il bambino inizia a prendere confidenza con giochi più complessi. In particolare, quelli che includono regole e norme da seguire, quelli che implicano una vittoria (sempre ben accettata) e una eventuale sconfitta a cui far fronte richiedono maggiore consapevolezza e impegno.

I giochi per bambini e ragazzi aiutano la crescita

Giocare è modo divertente per sostenere i bambini nello sviluppo anche del linguaggio. Riuscire a esprimersi bene permette di farsi capire più facilmente, di comunicare correttamente le proprie emozioni o i problemi. Giocare permette di fare nuove scoperte e di imparare a comprendere meglio. I giochi per bambini e ragazzi possono essere una soluzione facile e divertente per scoprire come poter comunicare con gli adulti, ma non solo.
Lo sforzo sta proprio nell’utilizzare linguaggi diversi da quelli maggiormente utilizzati, cercando di ampliare il proprio vocabolario e le proprie doti comunicative.

L’American Academy of Pedriatrics ricorda inoltre che il gioco è così importante per lo sviluppo ottimale dei più piccoli da essere riconosciuto dalle Nazioni Unite come un diritto fondamentale di ogni bimbo. È proprio il gioco la chiave per aprire la mente dei bambini. Li aiuta ad assimilare e a fissare più profondamente nella propria memoria le esperienze fatte durante i passaggi e i momenti dei giochi per bambini e ragazzi, e, assieme ad essi, i concetti per cui il gioco stesso è stato creato.

Imparare l’inglese con i giochi per bambini e ragazzi

Oramai l’inglese è la lingua straniera per eccellenza. I genitori ritengono indispensabile che i loro figli si affaccino alla nuova era linguistica sin da piccoli. Ovviamente, ripiegare su un corso di inglese per bambini può essere una scelta disponibile, ma spesso si tratta di corsi costosi e, a volte, ai bambini possono risultare persino noiosi. Negli ultimi anni, molte case produttrici di giochi per bambini e ragazzi hanno incluso la versione “English” ai loro prodotti, così da permettere ai bambini di tutte le età di imparare divertendosi. Molti recenti studi hanno infatti confermato questa teoria: grazie al gioco i bambini apprendono in maniera rapida ed efficace senza che risulti un’attività noiosa o addirittura obbligatoria.